Le caldaie necessitano di manutenzione? Quando? Chi può effettuarla?

Le operazioni di controllo e manutenzione degli impianti termici a gas devono essere affidate a soggetti abilitati alla manutenzione straordinaria degli impianti di cui alla lettera c) – “impianti di riscaldamento e di climatizzazione” – ed alla lettera e) – “impianti a gas” – dell’art. 1, comma 1 della Legge 5 marzo 1990, n. 46, e successive modifiche ed integrazioni. Le imprese abilitate sono iscritte al Registro delle Imprese, presso la CCIAA, o all’Albo delle Imprese Artigiane. A tali imprese viene rilasciato un certificato di riconoscimento.

La legge stabilisce che la manutenzione delle caldaie ad uso domestico (o comunque di potenza inferiore 35 kW) è da effettuarsi dopo 4 anni dall’installazione e, successivamente, ogni 2 anni. Leggi regionali e comunali regolano le tempistiche della cosiddetta “prova fumi” (test per la corretta regolazione del bruciatore): per tali scadenze vi invitiamo pertanto a fare riferimento alla normativa vigente nell’area geografica di vostra pertinenza.