E' vero che i fumi che fuoriescono dalle caldaie a condensazione sono bianchi anziché grigi?

Vero. I "fumi bianchi" sono il vapore acqueo prodotto dalla condensazione dei fumi combusti. 
Nelle caldaie tradizionali, i fumi combusti fuoriescono a temperature prossime ai 110°C, mentre nelle caldaie a condensazione gli stessi non superano gli 80°C (in media si attestano intorno ai 55°C): la maggior parte dell'energia recuperata proviene dalla condensazione del vapore acqueo contenuto nei fumi e prodotto dalla combustione.
Le caldaie a condensazione sono meno inquinanti di tutti gli altri tipi di caldaia: i "fumi bianchi ne sono una prova".